Ruba il cuore degli altri, ma non lasciare che nessuno rubi il tuo!

Sugar Sugar Rune N. 1 - Mayoco Anno
A grandi linee conoscevo la storia di Chocola e Vanilla da parecchi anni, grazie al cartone che ne è stato tratto e di cui ho visto qualche puntata da ragazzina. La trama mi è sempre piaciuta, così come la protagonista, Chocola, ed è stato emozionante leggere finalmente la serie completa!
Per i primi volumi ho fatto un po' fatica ad apprezzare le tavole di questo manga, dico la verità. I disegni mi piacciono moltissimo, sono ricchi di dettagli, belli e frizzanti, ma non sono abituata a pagine così piene e caotiche. I manga che leggo di solito hanno disegni più chiari e semplici, quindi ci è voluto un po' prima che riuscissi ad apprezzare del tutto lo stile della Anno.. una volta che ci sono riuscita, però, sono rimasta fregata.
Ho divorato un volume dietro l'altro senza riuscire a fermarmi. L'ultimo volume l'ho letto due volte di seguito, ma su questo torneremo dopo, se necessario. Con Chocola mi sono emozionata, ho riso e, soprattutto, ho ringraziato il cielo di avere a portata di mano tutta la serie (se fossi arrivata alla fine del numero 4 senza avere il seguito credo che mi sarebbe venuto un attacco di cuore).
Il primo volume è molto semplice, pensato per introdurre i personaggi, mentre dal secondo in poi si entra in`tutto e per tutto nel Mondo della Magia, la trama prende forma e vengono spiegate e chiarite molte cose riguardanti i cristalli che le protagoniste devono raccogliere sulla Terra. Parlando di personaggi, ho amato in particolare Chocola (in cui mi rispecchio fin troppo), Pierre e i due gemelli Houx e Saule, mentre non sono proprio riuscita ad apprezzare Vanilla e la sua fragilità. Lei e Chocola sono l'una l'opposto dell'altra, ed entrambe hanno un carattere quasi estremo ed eccessivo nella loro diversità ma, se mi sono rispecchiata molto nell'egoismo e nella sicurezza di Chocola, non ho potuto fare altrettanto con Vanilla e la sua eterna indecisione.
Oltre ad adorare la streghetta dai capelli rossi e il suo Principe, Pierre, ho apprezzato moltissimo anche la storia, che è molto più matura di quanto potrebbe sembrare inizialmente. Per esempio, i cristalli che le protagoniste devono raccogliere sono di molti colori, e ognuno rappresenta un sentimento.

"Una volta che ci si rende conto di provare odio.. non si può più tornare indietro!"
 
Ed è proprio di sentimenti che si parla, ma non in modo frivolo, come all'inizio pensavo e, soprattutto, non vengono trattati solo i sentimenti positivi, anzi, quelli negativi sono quasi più presenti. Si parla di odio, di gelosia, di diversità e della paura verso ciò che è diverso e sconosciuto. Trovo che dia molti spunti su cui ragionare, in particolar modo mi ha sorpreso la presenza di temi quasi politici, se mi passate il termine. Il Mondo Magico è governato dalla Regina Candy, ma durante la guerra si capisce che il potere è ormai nelle mani dei consiglieri e dei vecchi maghi che dovrebbero aiutarla, e che invece hanno ridotto il suo ruolo di Regina ad una semplice facciata e niente più, che è più o meno quello che accade nella realtà.

«Da che mondo è mondo, è sempre la stessa storia. Con la parola istruzione, gli adulti mascherano i loro intenti di manipolazione dei giovani.»
 
Un manga interessante sotto a tutti i punti di vista, insomma! Ottimi personaggi, temi originali, spunti di riflessione e disegni fantastici.. e non dimentichiamoci che la serie completa è composta da 8 volumi, quindi non è nemmeno eccessivamente lunga: io la consiglio davvero, mi ha incantata!
Unica pecca, purtroppo, è il finale affrettato. Sono soddisfatta di come la storia si è conclusa, anzi, speravo che andasse esattamente così, ma il tutto finisce in poche pagine e la cosa mi è dispiaciuta.. avrei preferito qualche capitoletto in più per gustarmi con calma la conclusione. Ciò non toglie che sia stata una bellissima lettura e che, probabilmente, rileggerò tutta la serie molto, molto presto!