L'amore scaccia la paura, e la gratitudine sa sconfiggere l'orgoglio.

Piccole donne - Louisa M. Alcott

Non credo ci siano parole adatte per descrivere l'amore che provo verso questo libro e verso la famiglia March, davvero. Succede sempre così quando una storia mi appassiona e mi fa innamorare: non riesco a trovare le parole giuste per parlarne e temo di essere banale o di non rendere giustizia al romanzo.. ma ci proverò lo stesso, come al solito. 
Per prima cosa non posso non spendere due parole per elogiare l'edizione della Piemme.. è magnifica! Me ne sono innamorata non appena l'ho vista sullo scaffale della libreria, l'ho desiderata con tutta me stessa, e quando me la sono vista regalare ho fatto i salti di gioia. È un'edizione per ragazzi arricchita dalla brillante introduzione di Teresa Buongiorno e dalle note a margine che ho davvero apprezzato, mi hanno aiutata a capire alcuni termini tipici dell'Ottocento e ho scoperto con piacere tante curiosità e tradizioni di cui non ero a conoscenza. Il tutto è reso ancora più speciale dalle bellissime illustrazioni di Donata Pizzato, che ha saputo dare vita ai protagonisti con disegni delicati e molto fedeli alla descrizioni dell'autrice. 
E ora, finalmente, veniamo alla storia delle sorelle March, che non vedevo l'ora di leggere da quando ho concluso, due mesi fa, Una ragazza fuori moda, bellissimo romanzo della stessa autrice che purtroppo è un po' meno conosciuto rispetto a Piccole donne
Ero sicura che avrei amato Meg, Jo, Beth ed Amy, ma non avrei mai pensato di affezionarmi così tanto a queste quattro sorelle così reali e irresistibili. Nonostante la storia si svolga nell'Ottocento americano, un tempo apparentemente lontanissimo dal nostro, le vicende delle sorelle March sono riuscite a tenermi con il fiato sospeso. Sono cambiate le mode e le tradizioni, ma le emozioni e i problemi di queste quattro ragazze sono gli stessi che affrontiamo noi tutti i giorni. Problemi di cuore, di salute, gioie e preoccupazioni.. sono tutte cose che conosciamo di persona. C'è però una cosa che, a differenza delle giovani d'oggi, la famiglia March sa fare, ed è una cosa che tutti dovrebbero imparare: essere grati per le piccole cose. Le nostre quattro protagoniste non sono perfette, questo no.. Meg è saggia e generosa, ma desidera una vita piena di lusso e invidia le ragazze più ricche di lei. Jo è spiritosa e brillante, ma anche impulsiva e testarda. Amy ha un buon cuore e cerca in continuazione di migliorarsi, ma è viziata e fatica a pensare prima agli altri che a se stessa. Forse la sola a non avere difetti è la dolce Beth, sempre altruista e riflessiva. In queste protagoniste ci si può immedesimare senza difficoltà, e questo fa sì che ci si appassioni alla loro vita e ai loro caratteri così diversi. 
Mi sarebbe piaciuto leggerlo da ragazzina, sicuramente mi avrebbe accompagnata nell'adolescenza e ne avrei tratto grandi insegnamenti, ma leggerlo adesso è stato incredibilmente emozionante, è un libro speciale che mi porterò nel cuore, un libro che rileggerò spesso perché il solo sfogliarlo mi da una sensazione di pace e serenità, è una di quelle magie che solo i bei romanzi sanno fare: farti sentire a casa. 
Una lettura meravigliosa, che scalda il cuore ed emoziona, perfetta da leggere a Natale davanti al camino.. è impossibile non amarlo, davvero. Io l'ho adorato dalla prima all'ultima pagina, ogni avventura, ogni litigio, ogni prova da superare.. la famiglia March mi ha regalato delle splendide ore di lettura che non dimenticherò.. l'ho appena finito e già non vedo l'ora di rileggerlo! E sono stra felice di avere già sullo scaffale Piccole donne crescono, è lì che mi attende, e non vedo l'ora di leggerlo per scoprire come proseguiranno le avventure di Jo, Beth, Amy e Meg. Matrimoni, malanni, lavoro e amicizie.. sento il bisogno di immergermi nella magica atmosfera di casa March, anche se ne sono appena uscita.. non riesco più a farne a meno! Un libro di una dolcezza immensa, ricca di insegnamenti grandi e piccoli, intenso e al tempo stesso divertente, che fa innamorare, pensare e sorridere.. semplicemente unico.