Vivi Tu Per Me - Paolo Mosca

Ci ho messo davvero tantissimo tempo a trovare la voglia di scrivere questa (mini)recensione. Vivi tu x me si era insinuato nella mia Lista dei Desideri parecchio tempo fa, ma non avevo ancora avuto modo di comprarlo, così ho approfittato della gentilezza di un'amica e me lo sono fatta prestare, pensando che potesse essere una buona lettura per le vacanze. Non so esattamente cosa mi aspettassi, ma speravo di trovarmi tra le mani una lettura drammatica ed emozionante, e invece.. non vedevo l'ora di finirlo e restituirlo alla mia amica! La sola cosa che mi ha convinta a non abbandonarlo è il numero delle pagine (neanche 200).. ma vi assicuro che la tentazione era forte. 
La storia di Pietro e Laura non mi ha coinvolta per niente, ho trovato tutto molto piatto e superficiale, in alcuni punti addirittura confuso. I personaggi sembrano quasi abbozzati, e per quanto mi riguarda è stato impossibile affezionarmi a loro, o anche solo sentirmi partecipe di questa storia, che in teoria dovrebbe essere triste, ma in pratica annoia e basta. 
Più di tutto ho detestato lo stile monotono e strano che l'autore ha usato per raccontare il viaggio di Laura e la malattia di Pietro.. non so proprio come descrivervelo, ma l'ho trovato incredibilmente irritante. Non voglio dilungarmi oltre, anche perché non saprei cos'altro dire, questa recensione potrebbe benissimo essere una lunga serie di aggettivi negativi, non mi viene in mente altro. 
Brutto, scontato, piatto.. assolutamente sconsigliato!