Sono quello che aspettavi: il liberatore! Tutto ciò che volevi: la fine del dolore.

Xché 6 Qi - Paola Zannoner

Da questo volume non mi aspettavo una lettura particolarmente intensa o emozionante, ma ho voluto dargli una possibilità perché, fin'ora, ho sempre amato i libri della Zannoner (basti pensare a La settima strega, una magica avventura che ha segnato la mia adolescenza). Purtroppo Xché 6 qi non ha superato le mie aspettative, anzi.. posso quasi dire che non mi è piaciuto.Quasi
Che sia una lettura indirizzata ai ragazzi è ovvio fin da subito, il titolo è un palese richiamo al linguaggio da SMS usato dai giovani, e la copertina non lascia dubbi, eppure mi trovo a scrivere una recensione un po' indecisa (e forse un po' insensata). 
Alcune cose mi sono piaciute, primo fra tutti il tema principale della storia, ovvero i giovani e tutto ciò che ruota intorno a loro. È un libro che racconta di scuole pubbliche, a pagamento, di allievi privilegiati, di possibilità, di discriminazione e di difficoltà: la difficoltà dei ragazzi davanti alla società, che li vede come un pericolo e di conseguenza nega opportunità, sogni e lavoro. Ho anche apprezzato particolarmente il modo diretto dell'autrice di far sentire la passione per la musica, trovo che sia difficile far percepire al lettore le emozioni provate dai personaggi quando suonano, dipingono o comunque fanno qualcosa che il lettore non può toccare o vedere.. la Zannoner però è riuscita a trasmettere molto bene questa passione intensa, e ne sono rimasta piacevolmente colpita. 
Peccato invece per.. bè, per tutto il resto. Per i personaggi poco approfonditi e per la storia d'amore inesistente, di cui avrei fatto quasi a meno. Avrei anche apprezzato qualche pagina in più, il finale è davvero troppo affrettato e questo particolare stona molto, visto che il romanzo ha appena 130 pagine. 
Questa volta la Zannoner offre una lettura breve e semplice, che però più di tanto non dice.. si legge con piacere, ma non lascia niente.