Il miglior modo per dire addio è non dirlo affatto. E il miglior ricordo che ci si può portare via è il ricordo di un giorno qualsiasi.

Il segreto delle gemelle. Fairy Oak: 1 - Elisabetta Gnone

"Da oltre mille anni, a mezzanotte precisa, nelle case di Fairy Oak avviene un fatto magico: minuscole fate luminose raccontano storie di bambini a streghe dagli occhi buoni, emozionate e attente. 
Insolito, vero?! 
Tutti sanno che fate e streghe non vanno d'accordo e che alle streghe i bambini non piacciono affatto. Ma siamo nella valle di Verdepiano, nel villaggio di Fairy Oak e qui le cose vanno sempre un po' diversamente..."

È così che inizia la nostra avventura a Fairy Oak, con questo prologo assai magico e curioso. 
La protagonista di questa trilogia è Felì, una fatina baby-sitter assunta dalla famosa strega Tomelilla per crescere e curare le sue nipotine, le gemelle Vaniglia e Pervinca. 
Grazie al diario di Felì ci troviamo catapultati nella valle di Verdepiano, dove un paesino vive tranquillo e armonioso: Fairy Oak. Ma anche a Fairy Oak, dove i Magici e i Nonmagici da sempre vivono sereni, la pace sta per essere spezzata, e le gemelle Periwinkle si troveranno ad affrontare qualcosa di potente e oscuro, che metterà a repentaglio non solo loro e il villaggio, ma anche il loro legame. 
Aspettavo da molto di rileggere questa trilogia, perché come avrete immaginato la adoro. Amo tutto di questi libri.. i personaggi, la storia, l'ambientazione e la sensazione di tranquillità che mi lascia. 
Fairy Oak è una trilogia pensata per i bambini dai 9 anni in su quindi, come sempre, vi avviso che dovete amare i fantasy per ragazzi per apprezzare questa saga. Se avete voglia di qualcosa di più adulto sicuramente non fa al caso vostro.

Lo stile dell'autrice è semplice, ma anche delicato in quanto vediamo la storia raccontata dal punto di vista di una fata, e le descrizioni del villaggio sono fantastiche. 
La trama ha qualcosa che mi affascina e che non annoia mai, tutto succede ad un ritmo incalzante facendo sì che il lettore resti incollato alle pagine ^^ 
Ho amato molto il personaggio cattivo della storia perché per una volta non abbiamo a che fare con un'antagonista in carne e ossa, ma con qualcosa di malvagio e crudele che resta però impalpabile.. qualcosa di terrificante che aleggia su Fairy Oak e che si insinua nel villaggio e nei cuori degli abitanti, qualcosa che sembra impossibile combattere. 
Gli altri personaggi non sono da meno: Vaniglia e Pervinca sono streghe gemelle, ma completamente diverse tra loro e ben caratterizzate. Felì riesce a trasmettere la delicatezza che nelle fiabe rende così uniche le fate, e insieme a loro conosciamo Grisam, Flox e Shirley, amici delle gemelle che avranno un ruolo fondamentale nella trilogia, proprio perché Fairy Oak si basa sul potere dell'amicizia, sulla forza che questo sentimento ha, e su come sia importante avere qualcuno che ci sorregga al momento giusto. 
Personalmente amo le piccole lezioni di vita che è in grado di trasmettere questo libro, che è importantissimo anche per i più piccoli: la diversità, la solitudine, l'amicizia e la complicità. E questa cosa la dimostra soprattutto un personaggio: Shirley Poppy, una ragazzina che farà amicizia con le gemelle, e che fin da subito svela qualcosa di molto speciale.. 
In ultimo, ma non meno importante: il villaggio. Credo che se potessi andrei ad abitarci anche io. Fairy Oak è un paesino di pietra e sentieri, non lontano dal mare. E' un villaggio che sa di Spumoni alla fragola, vento di mare, torta di more e matite temperate.. un luogo magico, dove la magia crea e distrugge, e dove la forza che unisce gli abitanti spesso risulta una salvezza.